DMTC è la casa delle storie degli atleti

DMTC è un’agenzia di comunicazione con un focus consolidato nel mondo dello sport.

DMTC ha un tratto distintivo: colloca l’atleta al centro delle attività di PR, tradizionali e digitali, offrendo consulenza ad Aziende e Istituzioni, forte di competenze MEDIA applicate negli anni al MANAGEMENT di atleti nazionali ed Internazionali.

Le strategie immaginate e realizzate da DMTC nel mondo sportivo, l’hanno portata a consolidare azioni verso aziende che hanno considerato, ai fini di reputation e awareness, efficace investire nella sport industry.

Nell’eseguire progetti “tailor made” in affiancamento a club, eventi e atleti di ogni sport e disciplina, DMTC poggia su quattro pilastri-principi:

 

  1. Solidità di struttura, perché l’affidabilità si basa su un senso di fiducia condiviso anche all’interno del team che opera sui progetti, proprio come in uno sport di squadra.
  2. Velocità nell’esecuzione, perchè i tempi nello sport sono importanti e un’azione portata a termine in velocità può generare un vantaggio importante, in campo e fuori dal campo.
  3. Flessibilità, perché gli schemi in campo si devono poter cambiare per adattare gli stessi alle situazioni, agli eventi e agli atleti coinvolti nel gioco.
  4. Low Profile perchè in campo il giocatore determinante è colui che gestisce, in maniera equilibrata, la regia del gioco nel rispetto delle regole portando i compagni alla vittoria.

 

Nel video realizzato per raccontarsi e farsi raccontare, ci sono le testimonianze di 4 atleti della famiglia DMTC che ben riassumono le caratteristiche fondanti del lavoro dell’Agenzia.

 

Perché scegliere DMTC?

 

 

“Ho scelto DMTC perchè c’è un senso di famiglia, l’interesse verso me come individuo oltre che come atleta e perchè sono portati a fare un lavoro duro: far parlare di me quando i risultati non sono solo vittorie.” (Elia Viviani)

 

“Ho scelto DMTC perché tutela il mio impegno sportivo. Mi è stato subito detto che io ero importante in quanto atleta e che non avrebbero avuto nessuna intenzione di anteporre un evento o un servizio fotografico ad un mio allenamento” (Elisa Di Francisca)

 

Post Correlati