IL CALCIO NON È UN GIUOCO

Il calcio non è un giuoco, è una scienza.

Diagonali, simmetrie, calcoli matematici ed intelligenza artificiale: il calcio del terzo millennio vive di equilibri sottilissimi, che vengono studiati in allenamento e replicati in partita.

Un approccio analitico, che grazie all’esperienza e alla competenza di Adriano Bacconi e di Massimo Caputi, si trasforma in un momento di scoperta delle dinamiche calcistiche più tecniche, per capire cosa ci sia dietro le prestazioni in campo e i risultati della propria squadra del cuore.

Ascolta il podcast!

EPISODIO 10

EP:10 – Barella, Bastoni e Insigne: squilli azzurri nel cuore dell’inverno

Il Milan di Pioli sconfigge il Cagliari e si conferma in cima alla classica, ma le vittorie più rilevanti del turno appena concluso sono sicuramente quelle di Inter e Lazio. Nei due big match, infatti, sono le squadre di Conte e Inzaghi a mettere la museruola rispettivamente a Juve e Roma, dando uno scossone importante a classifica e morale. La svolta tattica è stata in entrambe le partite

l’abbassamento del baricentro, che ha aperto praterie in ripartenza per le frecce d’attacco I nerazzurri in particolare, hanno regolano la squadra di Pirlo con un 2 a 0, ancor più netto nei fatti di quanto non sia nei numeri, forti di una gestione da squadra matura della pressione alta dei bianconeri, e grazie anche alle prove maiuscole di Bastoni e Barella, che si stanno confermando talenti di rango anche in chiave azzurra. Passo indietro inatteso per la Juventus, che in controtendenza con il recente passato, ha messo in mostra un gioco avulso, poca cattiveria agonistica e un Ronaldo lontano dai tempi migliori. Agli squilli azzurri si iscrive anche Insigne, ormai pienamente realizzato nel progetto tattico di Gattuso, che ha guidato il Napoli al roboante 6 a 0 contro una irriconoscibile Fiorentina.

EPISODIO 9

Milan: uno per tutti e tutti per uno

Il Milan di Pioli allunga il passo, trascinato dalle spalle larghe di Franck Kessie e, soprattutto, da una chimica di squadra che persino le statistiche più avanzate faticano a spiegare. I rossoneri mettono in campo una precisa identità di gioco, vero punto di forza di questo girone d’andata, mentre le altre contendenti, Inter, Juve e Roma su tutte, sono ancora alla ricerca della ricetta magica per ottenere la continuità necessaria per cambiare marcia. In un clima di incertezza, quindi, sono gli allenatori ad essere le vere rockstar, con Gasperini, Juric e Fonseca a suonare la carica delle innovazioni tattiche più riuscite della stagione. Occhio però ai ribaltamenti, già dal prossimo turno, dove ci aspettano il derby di Roma e il derby d’Italia, che Massimo e Adriano hanno provato a giocare per noi.

EPISODIO 8

Lukaku, Dzeko, Zapata e la pensione del Falso Nueve

È Romelu Lukaku a guidare la “rivincita dei centravanti”, che hanno definitivamente ripreso il controllo delle aree di rigore nostrane. Sembra quasi ad un’era geologica di distanza, infatti, la moda spagnoleggiante del falso nueve, che in questo campionato lascia decisamente il passo alla riscoperta delle punte di peso. Il gigante belga, per esempio, partecipa attivamente alla manovra dei suoi, dispensando un mix irresistibile di spallate alla vecchia maniera e di tocchi sopraffini. Un ritorno al passato certificato anche dai gol di Ronaldo, Zapata, Immobile, Destro e Dzeko, tutti a segno nella stessa giornata: una vera rarità. A questi si sommano anche gli assist di Petagna, chiamato a sostituire Osimhen, finito sulla lista dei cattivi a causa di un protocollo Covid seguito non esattamente alla lettera. Una compagnia numerosa, quella del “7 in condotta”, che per svariate ragioni vede ingrossare le proprie fila, tra errori in campo e incomprensioni fuori. Dietro la lavagna con il nigeriano ci sono anche il Papu Gomez, Filip Djuricic, Sandro Tonali e Arturo Vidal.

EPISODIO 7

Ibra e Lukaku, carica scudetto: il miglior attacco è l’attacco

Puntata di fine anno per Massimo e Adriano, che porta in dote un bella dose di fuochi d’artificio per tutti gli amanti del pallone nostrano. Il campionato, infatti, è vivo e frizzante e l’avvicinarsi dello “scudetto d’inverno”, che come il potere “logora solo chi non ce l’ha”, suggerisce interessanti riflessioni sul proseguo del torneo. A rubare l’occhio, dopo questi primi mesi di calcio tricolore, è certamente la percentuale di vittorie in trasferta, che registra una crescita notevole rispetto al passato; segnale di una maggior spavalderia delle squadre on the road. A questo fa eco la grande novità della stagione: gli attacchi atomici di Milan e Inter, che guidati dai rispettivi bomber Ibrahimovic e Lukaku, stanno scardinando un assunto vecchio di decenni, secondo il quale, per cullare sogni di scudetto, il miglior attacco sarebbe la difesa.

EPISODIO 6

Pirlo, Conte e Pioli: Una Poltrona per Tre

Edizione pre-natalizia per Adriano e Massimo, e per l’occasione rispolveriamo un classico del cinema dicembrino. Le tre big storiche del campionato italiano, infatti, sembrano staccarsi dal resto delle pretendenti e quasi lanciare una volatona per il titolo di campione d’inverno. Dietro le vittorie di Juventus, Inter e Milan, ci sono le filosofie di tre allenatori capaci di dare un’identità forte alle proprie squadre. La Juve impressiona con la sua potenza di fuoco, il Milan risponde con lo schema più veloce di sempre e l’Inter non molla grazie al totem Lukaku. Alle loro spalle spiccano il successo della Lazio sul Napoli, trascinata dalla scarpa d’oro Immobile, e quello dell’Atalanta sulla Roma, che con un 4 a 1 tonante silenzia il Papu-gate.

EPISODIO 5

Dybala come Cruijff e il Futuro del Campionato

Come ogni settimana, Massimo e Adriano, ci portano alla scoperta di ciò che nel calcio sembra invisibile ma che spesso decide il risultato, tra moduli, interpretazioni tattiche e ricorsi storici. Oggi si parte con la Juve di Pirlo che cambia pelle passando dal Moraldo al Dybaldo e rilanciando l’argentino in coppia con il Re portoghese. La sua interpretazione a tutto campo ha richiamato alla memoria l’Olanda del calcio totale e messo paura al resto delle pretendenti in campionato. Un campionato in cui anche il ruolo del portiere si sta velocemente trasformando, soprattutto al vertice, premiando chi sa giocare con i piedi e aiutare l’impostazione dal basso. Tanta carne al fuoco, dunque per Bacconi e Caputi, che ci accompagnano per mano verso la fase più calda e densa di partite di tutta la stagione.

EPISODIO 4

La Casa di carta e l’Invasione dei Trequartisti

Anche questa settimana Massimo e Adriano vivisezionano la giornata di campionato, portandoci dentro alle statistiche avanzate per proiettarci nel calcio del futuro. Dal Milan capolista che viaggia a una media scudetto e che, curiosamente, fa più punti quando Ibra è fermo ai box di quanti ne faccia col suo totem in campo, fino alla re-invenzione del ruolo del trequartista, che sta rivoluzionando i moduli della nostra serie A. Passando a che per un’analisi approfondita di come le dinamiche di campo stiamo cambiando con il VAR. Cosa c’entra “La casa di carta”? Ascoltare per credere.

EPISODIO 3

I Metodisti e il Pibe de Oro

Tra metodisti senza tempo, le visioni tattiche di Andrea Pirlo e un ricordo inedito di Maradona, Massimo e Adriano ci portano alla scoperta delle più interessanti statistiche e dinamiche della giornata appena conclusa. Dal metodista, ruolo vecchio di quasi cent’anni tornato prepotentemente d’attualità in questa stagione, passando per i vorrei dell’allenatore della Juventus, che ancora non riesce a vedere le sue idee realizzarsi compiutamente in campo; fino alla differenza tra pressing e pressione, il segreto alla base della super vittoria dell’inter sulla cenerentola Sassuolo. Chiude l’episodio un racconto esclusivo dell’incontro tra Adriano e il Pibe de Oro.

EPISODIO 2

Tra Zlatan e Topologia

A poche ore dalla fine del big match del San Paolo, Adriano e Massimo, ci raccontano i numeri dietro alla straordinaria doppietta di Ibra, che lancia il Milan in testa alla classifica. L’analisi della giornata diventa una continua scoperta analitica, alla ricerca delle novità del calcio moderno, tra diagonali offensive, topologia del movimento tra reparti e l’evoluzione del ruolo del terzino.

EPISODIO 1

Rinascimento Italiano

La nostra Nazionale sta inanellando un filotto di ottimi risultati, corroborati anche da un gioco fresco e spumeggiante. Merito di Mancini? Sicuramente. Ma cosa si cela dietro il suo modulo, le sue idee e il rendimento messo in campo dagli azzurri?
Tra le geometrie asimmetriche e le regole del calcio piazzato manovrate, oggi Massimo e Adriano raccontano della nuova Italia, dandoci un assaggio del calcio del futuro.

image
https://www.dmtc.it/wp-content/themes/hazel/
https://www.dmtc.it/
#d8d8d8
style1
paged
Loading posts...
/web/htdocs/www.dmtc.it/home/
#
on
none
loading
#
Sort Gallery
on
no
yes
off
off
off